Hai già 30 anni e ti senti un uomo realizzato: hai un lavoro che ti soddisfa, una moglie bellissima, o fidanzata e magari sei anche già papà.

Insomma, ti senti invincibile e sicuramente lo sei; ricorda, però, quanto è importante la prevenzione in termini di salute, soprattutto in questo periodo, nel quale siamo già provati dalla pandemia da Coronavirus.

A questo scopo papà blogger interviene in tuo aiuto consigliandoti quali sono quegli esami diagnostici da fare dopo i 30: visita il post del papà blogger Silvio Petta, per avere maggiori informazioni sull’argomento e scoprire come mantenere la tua ottima salute.

Papà blogger consiglia: quali esami eseguire dopo i 30 anni

Partiamo dagli esami che andrebbero eseguiti regolarmente; alcuni di questi puoi eseguirli da soli, come l’autopalpazione dei testicoli e l’autocontrollo dei nei.

Ti basta metterti davanti allo specchio e palpare i tuoi testicoli: se senti delle zone irregolari o gonfie e dure, consulta uno specialista.

Lo stesso discorso vale per i nei: se la loro forma e colore cambiano, o se iniziano a sanguinare, qualcosa non va; inoltre, se la tua pelle è naturalmente ricca di nei, sarebbe consigliabile eseguire una visita dermatologica almeno una volta l’ anno.

Ogni anno, in ogni caso, dovresti invece effettuare un controllo della tua pressione arteriosa, al fine di scongiurare la presenza di ipertensione.

Sarebbe, inoltre, consigliata una “visita odontoiatrica” unita all’ablazione del tartaro in modo da evitare così il fastidio di avere disturbi a denti e gengive.

Gli esami da eseguire ogni due anni, invece, comprendono l’ematocrito completo; in particolare, se hai la tendenza ad avere la pressione alta, sarebbe meglio eseguire degli esami più specifici, come il test della Proteina C-reattiva, che controlla l’infiammazione delle arterie, e quello dell’omocisteina, che ne indica l’occlusione.

Altrettanto importanti sono gli esami delle urine, al fine di prevenire malattie acute o addirittura croniche, a carico del vostro apparato urinario.

Infine, ogni tre anni, sarebbe l’ideale effettuare un elettrocardiogramma: in questo modo potrai verificare l’eventuale presenza di aritmie.

A questo punto, non resta che fare una visita oculistica, così scoprirai se hai qualche difetto nella vista, come miopia, ipermetropia o astigmatismo.

Hai più di 50 anni? Ecco a cosa fare attenzione

Maggiore è l’età, più diversificati sono gli esami da eseguire.

Infatti, a quelli da effettuare regolarmente bisognerebbe aggiungere anche un controllo della pressione arteriosa, ogni tre o quattro mesi: dopo i 50 anni è comune avere la pressione alta, ma basta tenerla sotto controllo per evitare problemi più gravi.

Ogni anno, invece, sarebbe l’ideale effettuare un esame della prostata; dopo i 65 anni, infatti, il rischio di avere un tumore alla prostata aumenta considerevolmente, perciò una prevenzione corretta può salvarti la vita.

Inoltre, dovresti eseguire anche un dosaggio del sangue del PSA, una proteina prodotta dalle cellule della ghiandola prostatica: alti livelli ematici possono essere indice di prostatite, cancro della prostata o iperplasia prostatica benigna.

Infine, non dimenticare l’esame delle feci: in questo modo potrai verificare la salute del tuo apparato gastrointestinale.

Ogni due anni dovresti eseguire degli esami del sangue specifici per verificare i livelli di colesterolo, glicemia e trigliceridi, così da prevenire malattie come l’ipercolesterolemia, il diabete e l’iperlipidemia.

Lo sapevi che più del 12% degli italiani soffre di problemi all’udito?

Una visita otorinolaringoiatrica può aiutarti a diagnosticare e risolvere il problema.

Ricorda, inoltre, che almeno una volta tra i 50 e i 60 anni, dovresti eseguire un’ecografia addominale, così da verificare l’eventuale presenza di cisti, noduli o neoplasie a carico di organi come reni e fegato.

Altri esami che puoi eseguire sotto consiglio del tuo medico curante sono: l’Ecodoppler e la Moc.

L’Ecodoppler è consigliato per tutte le persone con vari fattori di rischio, come ipertensione, fumo, diabete e alti valori di colesterolo nel sangue. In questo modo potrai prevenire l’ aterosclerosi.

Invece, la Moc, Mineralometria ossea computerizzata, verifica la salute delle tue ossa, prevenendo l’osteoporosi.